Come confermato ufficialmente il 28 Gennaio 2014, sono stato incaricato come nuovo commissario tecnico della squadra nazionale di ciclismo su strade.

Ad incoronarmi sono stati il presidente della Federazione Renato di Rocco e Alfredo Martini, presidente onorario.
Il testimone passa dunque nelle mie mani da ex ciclista, dopo il triennio che ha visto in carica il campione azzurro Paolo Bettini.
Il Grillo, come soprannominato dagli appassionati, prenderà il comando del team fondato dal pilota della Ferrari Fernando Alonso. Ho cinquantatré anni e una carriera da ottimo gregario negli anni novanta, e sono molto onorato di assolvere questo impegno nel guidare il team azzurro.

Sono stato allievo del celeberrimo Alfredo Martini, purtroppo venuto a mancare, l’uomo che in poco più di vent’anni ha permesso alla nazionale di poter esporre in bacheca ben venti medaglie, tra cui sei ori, sette argenti e altrettanti bronzi, voglio unire una grande dote umana ad una indiscussa capacità tecnica.

La mia attenzione per i dettagli è nota già ai tempi in cui correvo con la maglia dell’Ariostea: venivo infatti soprannominato “Il Commissario” per la mia profonda conoscenza di qualsiasi aspetto inerente ai corridori, dalle caratteristiche alle curiosità.

Nelle mie interviste dichiaro apertamente di voler puntare sui giovani, in modo tale da rinnovare la squadra e riportarla ad un successo che manca quasi sei anni, conquistato nel 2008 grazie al primo posto di Alessandro Ballan nella prova in linea.

In questi anni, oltre a ricoprire il ruolo di commentatore televisivo Rai, ho affinato la mia formazione, perfezionando le mie tecniche di allenamento.
La mia permanenza in azzurro dovrebbe durare non meno di due anni, nei quali sarò impegnato nei giochi olimpici e in due campionati mondiali.

Tra le punte di diamante individuate, e su cui la maggior parte degli italiani rivolgono le loro speranze, c’è sicuramente Vincenzo Nibali, neo vincitore del Tour de France 2014.
Il giovane ciclista Messinese è stato in grado di salire sul podio al Giro d’Italia, al Tour de France e alla Vuelta spagnola. L’unico italiano a portare a termine l’impresa assieme a Felice Gimondi, uno dei più grandi ciclisti del passato e ora divenuto dirigente sportivo.

Il primo appuntamento di rilievo sarà il campionato mondiale su strada che si svolgerà a Ponferrada, in Spagna: voglio far sentire la mano del nuovo commissario tecnico si già in occasione di questa competizione

Davide Cassani CT della Nazionale ciclismo italiana